Sostegno agli investimenti nell’area del sisma

Bandi e agevolazioni · Redazione

In arrivo dalla Regione Emilia-Romagna dal 18 febbraio al 17 maggio 2013 un bando destinato a piccole e medie imprese per il sostegno agli investimenti e ai processi di innovazione tecnologica e organizzativa nell’area del “cratere”. La misura, attivata sull’Asse 2 del Programma Fesr (Sviluppo innovativo delle imprese), mette a disposizione delle imprese un plafond di 15 milioni di euro di fondi europei.

Obiettivo della Regione è garantire elevati livelli di competitività e innovazione per le imprese nelle aree colpite dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, incentivare la riqualificazione e l’espansione della capacità produttiva nonchè favorire l’occupazione nel territorio.

Sono ritenute ammissibili le spese, sostenute a partire dal 20 maggio 2012 e non inferiori a 30 mila euro, relative a:
• acquisto o riqualificazione e ampliamento di beni immobili;
• acquisto e installazione di impianti, macchinari e attrezzature;
• acquisto di hardware, software e licenze per brevetti strettamente legati al progetto;
• consulenze esterne specialistiche;
• acquisto di arredi funzionali all’attività d’impresa (solo per imprese commerciali e di servizi).

L’agevolazione, non cumulabile con altri contributi, è pari al 45% delle spese ammissibili fino a 200 mila euro in conto capitale.

Possono usufruire del contributo le piccole e medie imprese, con sede legale e/o unità locale nei Comuni delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia interessati dagli eventi sismici. Ciascuna impresa potrà presentare domanda di contributo per un solo progetto che dovrà concludersi entro 15 mesi dalla data di concessione del contributo e di cui dovrà essere presentata rendicontazione entro il mese successivo.

Fonte: Regione Emilia Romagna

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/