Emilia Romagna: bando Innovazione per le attività professionali

Bandi e agevolazioni · Isabella Gilli

La Regione Emilia Romagna ha pubblicato il bando Innovazione per le attività professionali.

Il bando intende promuovere l’innovazione per l’ampliamento e il potenziamento dei servizi offerti per la crescita delle attività libero professionali a supporto dei processi produttivi e dell’economia regionale.

 AGGIORNAMENTO 07/09/2018

La Regione Emilia Romagna, con Delibera 1417-2018 pubblicata sul Bollettino, ha stanziato nuove risorse sul bando.

La delibera prevede di utilizzare lo stanziamento fino ad esaurimento delle risorse disponibili per:

  • Concedere i contributi ai soggetti che hanno presentato domanda entro la scadenza prevista in precedenza (il bando si è chiuso anticipatamente il 21/06/2018) ammessi ma non finanziabili per carenza di risorse.
  • Riaprire i termini per la presentazione delle domande, sulla base delle seguenti scadenze: dal 10 del 11/09/18 alle 17 del 28/09/18.

La chiusura della finestra potrà essere anticipata qualora venissero trasmesse 50 domande prima del 28/09/18.
Per le domande presentate in questa finestra: gli interventi dovranno concludersi entro il 31/12/18 e le spese dovranno essere fatturate e pagate tra la data di presentazione della domanda e il 31/12/18. Termine ultimo per la rendicontazione 28/02/2019.

Con riferimento alle domande presentate entro il 21/06/2018, ad oggi non sono ancora state pubblicate le graduatorie.

 

16/05/2018

Domande: dal 22/05/18 al 26/06/18

Beneficiari:

  • Liberi professionisti ordinistici, titolari di partita Iva, esercitanti attività riservate, iscritti a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria.
  • Liberi professionisti non ordinistici titolari di partita Iva, autonomi, operanti in forma singola, o associata di “studi formalmente costituiti“ (esclusa la forma di impresa). Siano iscritti alla gestione separata Inps previsto dall’art. 2, comma 26 della Legge 335/95, anche appartenenti ad Associazioni professionali riconosciute di cui alla L. n.4/2013.

Attività finanziate:

  • Innovazione tecnologica;
  • ristrutturazione, l’organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali;
  • diffusione della cultura dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale;
  • nel caso di forme aggregate le iniziative proposte dovranno favorire lo sviluppo dell’aggregazione, la diversificazione dei servizi, le azioni di comunicazione e marketing, i servizi promozionali, i servizi di supporto alle decisioni, i processi di internazionalizzazione, quale strumento di rafforzamento della competitività sistemica del territorio e dei professionisti del territorio.

Contributo:

40% (elevabile al 45%) su una spesa massima di 25.000 €. L’investimento minimo ammissibile è pari a 15.000 €.

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

80.000

Per investimenti minori contattaci direttamente a info@innovafinance.com

/contatti/grazie/