L’Emilia Romagna verso EUROPA 2020: 2,5 miliardi per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva

Bandi e agevolazioni · Redazione

Approvato dall’Assemblea legislativa il documento “Indirizzi per la programmazione 2014-2020 dei Fondi comunitari in Emilia-Romagna”. A disposizione due miliardi e 500 milioni per investire sulle persone, favorire l’innovazione del sistema produttivo, la qualità dell’ambiente, il patrimonio culturale, l’infrastrutturazione del territorio, la coesione territoriale e sociale, la qualità dei servizi collettivi.

Gli strumenti di intervento per la strategia Europa 2020 in Emilia-Romagna, sono i programmi operativi Fondo sociale europeo (Fse) e Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), e il Programma di sviluppo rurale (Psr). Tali programmi consentiranno un’articolazione differenziata in base alle peculiarità delle diverse aree della regione e verranno integrati con gli strumenti a carattere settoriale.

Per l’attuazione delle politiche per lo sviluppo urbano sostenibile sono state individuate dieci città dell’Emilia-Romagna: Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Rimini, Ferrara, Forlì, Cesena e Piacenza.
Per le aree interne sono stati identificati quattro ambiti potenzialmente oggetto di politiche specifiche: la montagna occidentale, la montagna centrale, la montagna orientale e il delta del Po.
Altro ambito di intervento fondamentale è l’area del sisma con la presenza di importanti distretti produttivi dove il processo di ricostruzione è ancora in corso.

Il documento promuove l’integrazione degli strumenti di attuazione territoriali tramite la Smart Specialization Strategy: ogni Regione deve delineare una strategia facendo leva sui propri vantaggi competitivi, così da “specializzarsi” in un numero ridotto di ambiti che possono raggiungere standard di eccellenza e fare da traino al sistema regionale nel suo complesso, al fine di raggiungere gli obiettivi posti da Europa 2020.

Un ruolo importante, infine, è giocato dalla partecipazione della regione alle politiche europee di scala sovranazionale. L’Emilia-Romagna partecipa a programmi che fanno riferimento a cinque diversi spazi di cooperazione: Transfrontaliera Italia – Croazia, Transnazionale Adriatico-Ionico, Transnazionale Europa centrale, Transnazionale Mediterraneo, Interregionale (scambio di buone pratiche a livello europeo).

Fonte: Regione Emilia-Romagna

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/