Fondi UE: approvato PON Imprese e Competitività 2014-2020

Bandi e agevolazioni · Redazione

La Commissione europea ha approvato il 23 giugno il Programma Operativo Nazionale (PON I&C) Imprese e Competitività 2014-2020 che interviene nelle Regioni del Mezzogiorno con un importo di 2,4 miliardi di euro da utilizzare per finalità legate allo sviluppo economico dei territori, alla ricerca e all’innovazione, alla competitività dei sistemi produttivi, alle trasformazioni digitali, all’istruzione, occupazione e inclusione sociale, in linea con le priorità della Strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Al PON I&C dovrebbe affiancarsi un “programma parallelo” (nuovo Piano di Azione Coesione), interamente finanziato con risorse nazionali, con una dotazione finanziaria di ulteriori 824 milioni di euro, a valere sulle disponibilità del Fondo di rotazione ex legge 183/87 destinato al cofinanziamento nazionale pubblico dei fondi comunitari, per la realizzazione di interventi aggiuntivi coerenti e complementari con quelli del PON I&C.

L’attuale proposta di PON Imprese e Competitività opererà nelle Regioni del Mezzogiorno “Regioni meno sviluppate” (Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia) e Regioni “in transizione” (Abruzzo, Molise, Sardegna), riavviando una dinamica di convergenza Sud/Centro-Nord che possa sostenere un duraturo processo di sviluppo dell’intero Sistema Paese attraverso interventi per la salvaguardia del tessuto produttivo esistente e per la riqualificazione dei modelli di specializzazione produttiva.

Il pacchetto d’investimenti articola gli interventi su 4 obiettivi tematici:

• OT10 FSE Asse I Investimenti in capitale umano;
• OT1 FESR Asse II Progetti tematici;
• OT11 FESR Asse III Supporto strumentale alle attività di ricerca e sviluppo;
• AT FESR Asse IV Assistenza tecnica.

Nell’ambito di tali obiettivi tematici sono previste diverse azioni di intervento, da una parte dirette alle imprese, per il miglioramento delle condizioni di accesso al credito e al mercato dei capitali, per il finanziamento di attività di investimento, ricerca, sviluppo, innovazione e internazionalizzazione; dall’altra dirette alle infrastrutture energetiche, per il potenziamento delle reti di trasmissione e distribuzione dell’energia (Smart Grid) e per la realizzazione di sistemi intelligenti di stoccaggio.

Nel periodo di programmazione 2014-2020 l’Autorità di gestione del Programma è il Ministero dello Sviluppo Economico.

Fonte: MISE

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/