Legge di Stabilità 2016: esclusi i lavoratori autonomi dal bonus investimenti

Bandi e agevolazioni · Redazione

Il bonus sugli investimenti, che dovrebbe trovare spazio nella legge di Stabilità per il 2016, è attualmente sotto esame da parte del Governo e sarà calcolato su l’ammontare degli investimenti fatti nell’anno, attribuendo il diritto a una deduzione “rinforzata” delle quote di ammortamento.

Il range del bonus potrà variare dal 10 al 40% del costo dell’investimento e l’ambito di applicazione sembra essere ampio, sebbene rimanga in sospeso l’individuazione della tipologia di beni che attribuiscono il diritto a una maggiore deduzione. Il bonus potrebbe riguardare solo le imprese escludendo i professionisti e i lavoratori autonomi.

Saranno probabilmente compresi nell’elenco dei beni agevolabili le macchine e le attrezzature per ufficio non necessariamente destinati a essere utilizzati per la produzione industriale. Mentre sembra ormai scontato che la deduzione “rinforzata” non riguardi gli investimenti in beni immobili (nello specifico i capannoni industriali).

La deduzione “rinforzata” non avrà una rappresentazione in bilancio e la quota ammortizzabile – così come le quote di ammortamento iscritte nel conto economico – saranno dedotte dalla spesa realmente sostenuta per l’investimento. La maggiore deduzione dovrebbe trovare rappresentazione nel modello UNICO sotto la forma di un’apposita variazione in diminuzione del reddito imponibile.

Infine, una prima finestra temporale entro la quale dovranno essere effettuati gli investimenti agevolabili sembra essere l’intero periodo d’imposta 2016, senza ancora escludere l’ipotesi secondo cui il periodo possa venire ampliato.

Il meccanismo sarà diverso da quelli che hanno contraddistinto le leggi recenti, dovrebbe essere molto più semplice e sarà irrilevante l’ammontare degli investimenti effettuati nei cinque anni precedenti.

Fonte: IPSOA

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/