Bando ISI INAIL 2013: anticipazioni e novità sui finanziamenti per la sicurezza sul lavoro

Inail · Redazione

Secondo le prime anticipazioni pubblicate da ItaliaOggi l’edizione 2013 del Bando ISI INAIL a sostegno di interventi finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è stata presentata alle parti sociali nei giorni scorsi. La pubblicazione ufficiale del Bando è prevista intorno a metà dicembre, mentre il “click day” vero e proprio si terrà attorno alla metà del mese di marzo 2014. Numerose e importanti sono le novità rispetto ai bandi precedenti sia per quanto riguarda le linee di intervento sia per l’entità del contributo concesso alle imprese.

Il bando prevede tre linee di finanziamento:

1. Progetti d’investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro (riduzione/eliminazione dei rischi – misure prevenzionistiche)
2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
3. Progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro e macchinari “ante Direttiva Macchine”

La terza linea è una novità assoluta e consentirà alle imprese che hanno in dotazione macchinari e attrezzature di lavoro messe in servizio precedentemente al 21 settembre 1996 (data di entrata in vigore del dpr n. 459/1996, poi abrogato e sostituito dal dlgs n. 17/2010 che ha recepito la nuova direttiva macchine 2006/42/Ce) di rottamarle e acquistarne di nuove ovvero di adeguarle alla normativa tecnica e di Legge vigente, al fine di garantire più elevate condizioni di sicurezza durante il loro utilizzo. Le risorse da destinarsi all’adeguamento alla Direttiva macchine dovrebbero ammontare a circa 12 milioni di euro.

L’aliquota del contributo in conto capitale che sarà pari al 65% del costo ammissibile del progetto (in passato l’aliquota era al 50%) e il contributo massimo erogabile è passato da € 100.000 a € 130.000 con la possibilità di un’anticipazione pari al 50% per i progetti d’ammontare pari o superiore a € 30.000.

Destinatari degli interventi sono le imprese, anche individuali, regolarmente iscritte alla Camera di Commercio.

Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Inail ha sollecitato l’istituto a programmare il bando 2013 entro la fine dell’anno, per scongiurare la perdita delle risorse che altrimenti sarebbero finite in economia nel bilancio dell’Inail, inoltre, ha chiesto all’istituto di attivarsi al fine di ottenere in sede comunitaria l’esclusione degli incentivi, in particolare per il settore agricoltura, dal calcolo del regime de minimis.

Si conferma invece invariata la procedura di presentazione delle istanze che seguirà lo stesso iter dello scorso anno, ci sarà cioè un periodo di tempo durante il quale le imprese potranno caricare le domande e verificare il raggiungimento di un punteggio limite necessario per accedere alla procedura di presentazione delle domande per via telematica, previa assegnazione di un ticket elettronico di accesso, fase che si terrà con molta probabilità nella prima metà di marzo 2014.

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/