Nuotare verso nuove mete

Redazionale · Carmela Gabriele

“[Per sopravvivere alla crisi] Bisogna avere un forte rispetto per se stessi.
Voler vivere bene, non solo sopravvivere.
Avere dei valori, puntare all’eccellenza, essere protagonisti del proprio futuro.
E possedere la dote dell’intensità: saper guardare lontano, sacrificarsi ora perché il domani sia redditizio.
È necessario farsi un’idea propria del mondo. Capire chi sono gli amici e chi i nemici, una dote che si chiama empatia.”

Jaques Attali

In un periodo di mare mosso come questo è importante rivedere l’orizzonte. Tale orizzonte è costantemente presente, e se si impara a investire bene ciò che abbiamo a disposizione si può incrementare l’investimento anche attraverso una “parte in prestito”.

Sembra così difficile trovare la strada che può realizzare profitti in Italia. Le aziende, paralizzate dalla paura di fare qualsiasi tipo di investimento e intrappolate in una visione limitata del concetto di innovazione, hanno sostenuto costi in aggiornamenti tecnologici e di processo sempre più elevati senza che questi abbiamo prodotto profitto.
Insomma: investimenti negli ultimi 10 anni se ne sono visti ben pochi, tra inflazione a 0,2 % a febbraio 2016 e Made in Italy in svendita, ma bisogna aguzzare la vista e realizzare che proprio in questa crisi – in realtà – sorgono le grandi opportunità.

Ma cosa significa prepararsi a chiedere un aiuto finanziario per l’apertura di una nuova attività o per il miglioramento di una già preesistente? Innanzitutto è necessario comprendere “come ci sentiamo” al pensiero di attivare un cambiamento nella nostra vita, e se siamo pronti a metterci alle prese con il fatidico business plan che ci permetterà di chiarire bene quanto e cosa è alla nostra portata.

Dopo di che chiediamoci “siamo pronti a fare il primo passo verso il futuro?” Se si, allora prosegui nella lettura in quanto qui di seguito potrai trovare qualche spunto che potrebbe dare risposta alle tue domande. Tieni bene a mente che entro il 2020 il 70% della popolazione mondiale sarà connessa. Cosa significa? Significa che è importantissimo che il tuo prodotto o servizio sia facilmente accessibile ai consumatori, i quali si servono di applicazioni mobile e della rete internet per fare ogni genere (ogni genere) di acquisti.

È ormai chiaro che per ottimizzare un business bisogna rendere i processi più efficienti ed efficaci, infatti a tal proposito ti ricordo il «Premio Crescita Digitale» (candidature aperte fino al 15/04/16) organizzato da Accenture e Il Sole 24 Ore nell’ambito dell’omonimo programma, il quale intende premiare le aziende operanti in tutti i settori privati (Consumers goods, Industrial goods, Banche, Assicurazioni, Media, TLC, Energy, Utilities, Farmaceutico) che hanno contribuito in maniera significativa allo sviluppo del digitale nel nostro Paese. Ti ricordo anche il bando «Nuova Sabatini» (candidature aperte fino al 31/12/16) istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico e la Cassa Depositi e Prestiti, finalizzato a supportare gli investimenti in beni strumentali includento anche hardware e software. Inoltre il «Tax Credit Digitalizzazione» istituito dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e il «Credito d’imposta Commercio Elettronico» istituito dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (candidature entro febbraio 2017, per spese sostenute nel 2016) che sostengono rispettivamente la digitalizzazione negli esercizi ricettivi e la realizzazione e l’ampliamento delle infrastrutture informatiche per e-commerce per le imprese agroalimentari e agricole.

Quindi, tornando a noi, non necessariamente abbiamo bisogno di una grande azienda con tanta pubblicità disseminata per le città (sebbene i dati nel mondo parlano chiaro: a febbraio 2016 l’acquisto della pubblicità display in modalità automatizzata rappresenta il 50% della spesa pubblicitaria totale). Ma poniamo anzitutto grande attenzione all’ottimizzazione della qualità di prodotti o servizi come le consegne in brevissimo tempo. favoriamo una comunicazione che da B2C e B2B passi a una comunicazione P2P (Person to Person) che faccia nascere un naturale passaparola, e incentiviamo le innovazioni di valore che prevedono la migrazione del portafoglio attuale di prodotti o servizi verso i prodotti e i servizi del futuro.

Se siamo pronti, allora dobbiamo solo cominciare a nuotare verso l’orizzonte, incontro a nuove e inesplorate mete, dove tutto è ancora da creare.

Contattaci per ottenere un contributo

Settore

Ammontare dell'investimento

20.000

/contatti/grazie/